• FTR Medical Devices

Mascherine Chirurgiche e Fake News





Uno degli argomenti di cui si è discusso di più durante il periodo pandemico è stato sicuramente il dilagare di notizie false riguardo alle mascherine ed al loro utilizzo. La diffusione di bufale è da sempre un pericolo, spesso sottovalutato, ma nella società attuale, che vive e si informa ogni secondo da ciò che passa sulla rete, essa ha sempre di più assunto una portata potenzialmente disastrosa. Le Fake News hanno provocato disagi e danni sia a livello sociale che economico durante tutto il periodo pandemico, soprattutto riguardo alle mascherine chirurgiche ed al loro utilizzo.


Le false notizie sulla pericolosità delle mascherine chirurgiche

Le mascherine sanitarie, specialmente la mascherina chirurgica monouso, sono state al centro di molti dibattiti e voci del web dall'inizio del periodo pandemico. Sono state miliardi le teorie e le voci sull'utilizzo e la reale protezione offerta dai dispositivi di protezione. Dal danneggiamenti del nostro sistema immunitario, all'intossicazione e l'avvelenamento ribadiamo la necessità dell'utilizzo della mascherine chirurgica per proteggere sè stessi ma soprattutto gli altri. Sono e saranno sempre il mezzo più importante insieme al vaccino al fine di arginare la diffusione del virus e iniziare a sperare ad un ritorno quasi totale alla normalità. Ovviamente tutto ciò è accompagnato dalla raccomandazione di utilizzare solo mascherine chirurgiche certificate come quelle prodotte da FTR Srl, azienda produttrice di mascherine chirurgiche a Como e Varese, di qualità certificata Made in Italy e a cui già tantissimi privati ed aziende si sono affidati per acquistare dispositivi di protezione da Covid - 19.


Vaccino e obbligatorietà delle mascherine dopo la dose

Le Fake News più importanti sono state sicuramente quelle riguardanti i Vaccini. Fermo restando l'invito a vaccinarsi per tutta la popolazione e a diffidare dalle bufale sulla pericolosità degli stessi, l'iniezione, anche della seconda dose per i vaccini che lo prevedono, non garantisce l'immunità totale dal virus. L'utilizzo della mascherine rimane quindi comunque obbligatorio in ogni caso. Il vaccinato potrebbe comunque essere portatore ma con sintomi meno pronunciati se non addirittura assenti, e di conseguenza, nel rispetto degli altri è comunque necessario, insieme all'utilizzo della mascherina chirurgica mantenere tutte le misure di protezione imposte dal periodo pandemico.