• FTR Medical Devices

Mascherine e rientro a scuola: come comportarsi?

L'inizio del nuovo anno, la diffusione delle nuove varianti e le nuove regole su green pass, vaccinazioni e obblighi del cittadino stanno in molti ambiti creando disagi per i cittadini, che durante la pandemia hanno più volte visto cambiare le regole in corso d'opera e spesso si trovano in difficoltà nel capire come agire per tutelare la propria salute.

Uno dei casi più conclamati è sicuramente quello della scuola.



Le mascherine FFP2 non sono obbligatorie a scuola

La prima precisazione obbligatoria è quella riguardante il tipo di mascherine obbligatorio per gli studenti. Mentre in molti casi da Natale è previsto l'obbligo di indossare la FFP2, all'interno delle istituzioni scolastiche questo non sussiste. Il panico causato da mascherine non adeguate o dal dover rinunciare ad ampie scorte precedentemente acquistate da mascherine chirurgiche è perciò, fortunatamente, non giustificato.


Le famiglie sono responsabili per l'acquisto delle FFP2

A causa della (purtroppo) spesso scarsa qualità delle mascherine date in dotazione agli studenti dalla scuola, è tornato in questi giorni alla ribalta il dibattito di come, per tutelare la propria salute, la maggior parte degli studenti provvede in autonomia ad utilizzare mascherine proprie.

È bene sempre infatti utilizzare mascherine affidabili, come quelle prodotte da FTR Srl, azienda produttrice di mascherine chirurgiche a Como e Varese, di qualità certificata Made in Italy e a cui già tantissimi privati ed aziende si sono affidati per acquistare dispositivi di protezione da Covid - 19.

Il rinunciare alle mascherine offerte dalle istituzioni, che un dispendio maggiore per le famiglie, innesca anche un ciclo di sprechi riguardante mascherine chirurgiche non utilizzate, ancora in grado di offrire adeguate protezioni dal virus.

La situazione si aggrava inoltre quando parliamo di FFP2 per cui, al momento, solo poche istituzioni scolastiche si sono attrezzate per fornirle gratuitamente ogni giorno ai proprio studenti.


LE FFP2 ed i bambini: dubbi sull'utilizzo


Le mascherine FFP2 nascono per essere usate dagli adulti, che hanno una specifica capacità polmonare, e pertanto devono essere certificate ai sensi di quanto previsto dal D.lgs. n. 475/1992 sulla base di norme tecniche armonizzate. Mascherine FFp2 per bambini non esistono, o meglio non esistono mascherine che abbiano ottenuto la certificazione CE, come ha raccontato anche l’inviato di Striscia la Notizia Moreno Morello, nel suo servizio andato in onda ieri sera (disponibile qui). La maggior parte di quelle che si trovano in vendita, sia on-line che nelle farmacie, sono destinate agli adulti, e la dimensione “small” sta a significare che sono per adulti che hanno un viso più piccolo, ma non certo che sono adatte ai bambini, che hanno una capacità polmonare ridotta rispetto agli adulti. Anche il CTS e il Ministero dell’Istruzione, con la nota 698 del 6 maggio 2021, sconsigliano l’uso prolungato delle mascherine FFP2 per i bambini. Non a caso le ultime disposizioni di legge contemplano l’obbligatorietà delle FFP2 per i bambini solo sui mezzi pubblici, oppure per quelle classi delle scuole medie e superiori in cui si è verificato un caso di positività in classe, dove la didattica potrà proseguire in presenza, ma con l’obbligo di indossare mascherine FFP2 almeno per 10 giorni. E’ sempre consigliato e obbligatorio, invece, l’utilizzo della mascherine chirurgiche, uniche armi insieme a distanziamento e vaccino, per poter tornare sui banchi in sicurezza.